sabato 21 febbraio 2015

Imparare il polacco

A prima vista la lingua polacca non sembra semplice, c'è chi dice che il polacco sia la lingua più difficile al mondo, come l'autore di justnews che lo colloca in cima alla piramide delle lingue, in base alla difficoltà.
Decisamente chi decide di imparare il polacco deve fare i conti con alcuni aspetti linguistici non indifferenti, anche perché il polacco appartiene al ceppo linguistico slavo, mentre l'italiano è una lingua romanza. Ecco alcuni aspetti della lingua polacca di cui si deve tener da conto:

  • Declinazioni: il polacco si comporta come il latino, quindi inserisce in fondo alla parola una desinenza che ne esprime il caso.
  • Coniugazioni: in realtà l'italiano è peggio, non vi sono enormi problemi
  • Scrittura: la fonetica polacca è più istintiva che basata su norme, vi sono gruppi consonantici diversi tra loro che in realtà si pronunciano alla stessa maniera
  • Fonetica: il polacco ha alcuni suoni che non esistono in italiano
  • Lunghezza delle parole: vi sono diverse parole lunghe che, a differenza dell'italiano, contengono poche vocali al loro interno: "przyzwyczajenie", che significa "abitudine", ne è un esempio
Vi sono poi, è importante sottolinearlo, alcuni elementi che al contrario ci aiutano ad imparare il polacco:
  • Estrema apertura delle persone polacche ad insegnare la loro lingua agli stranieri: il polacco non è molto studiato, e quando uno straniero lo vuole imparare si ha quasi l'impressione che i polacchi lo vedano come un qualcosa che fa loro onore - complice anche una loro buona dose di nazionalismo. per questo motivo, supporteranno ben volentieri la sua causa
  • Pronuncia istintiva: se alla base è difficile individuare regole ben precise, con il tempo è possibile sviluppare un certo istinto. Personalmente credo che la miglior cosa da fare sia provare a pronunciare velocemente le parole che si leggono. Pian piano le consonanti si fonderanno e formeranno una pronuncia simile all'originale
  • Se ti cimenti con il più difficile, poi il resto ti sembrerà ancora più facile. Una volta imparato il polacco le altre lingue si imparano più facilmente. Essendo poi abbastanza particolare come sonorità, sarà difficile confonderlo con le altre lingue apprese, se non sono del ceppo slavo.


Perché abbiamo deciso di studiare il polacco?

Quando si studia una lingua, è molto importante essere motivati, perché è questo che ci spinge ad andare avanti. Ovviamente imparare la lingua richiede tempo e costanza piuttosto che uno sforzo immediato immane seguito da un periodo di riposo. Ecco alcune motivazioni che ci possono spingere ad imparare la lingua polacca:
  • Per curiosità? ne vedrete delle belle...
  • Per lavoro? grazie alle lingue si trovano impieghi anche in tempo di crisi. Agli interessati consiglio la lettura di questo post.
  • Per i soldi? la Polonia è un mercato in espansione $$$
  • Per motivi sentimentali? Non c'è bisogno di approfondire...
  • Per masochismo? Sì, allora siete sulla buona strada in quanto la lingua polacca è considerata una delle più difficili - ma non impossibili - al mondo. D'altra parte, si dice che imparare un'altra lingua aumenti molto il quoziente intellettivo (consoliamoci insomma).



Qualunque siano le motivazioni che vi spingano ad intraprendere questo percorso, è bene che le teniate ben a mente, e che le ripassiate mentalmente in quei momenti in cui vedrete che il vostro impegno comincia a scarseggiare, che le regole sono troppo difficili, che stare in Facebook è più divertente...Ci stiamo giocando qualche centimetro del nostro curriculum, qualche opportunità in più di viaggiare, qualche soddisfazione di vedere i nostri progressi aumentare...


L'Apprendimento di una lingua



Per apprendere una lingua, vi sono alcuni trucchi che ci facilitano e ci velocizzano:


  • Guardare sempre il bicchiere mezzo pieno: ovvio che la lingua non si sa tutta e bene, a volte dubitiamo anche di sapere l'italiano. Ciononostante, è importantissimo utilizzare con orgoglio quanto si è appreso, così si è incentivati ad apprendere ancora e si rafforza e solidifica quanto già imparato.
  • I chiacchieroni riescono meglio: cercare in tutti i modi di esprimersi e di farsi capire, a costi di inventare le parole, è fondamentale. Parlare con i nativi a qualunque costo è un modo per perfezionarsi, in quanto avremo un feedback costante e magari una serie di microlezioni che apprenderemo in fretta.
  • Fare più associazioni possibili: costruire una casa da zero è molto più faticoso che costruirne una a fianco dell'altra, in quanto alcune pareti son già pronte. Lo stesso vale per le lingue: a volte certe strutture assomiglieranno all'inglese, a volte al tedesco, a volte pure al vostro dialetto...son tutte strutture insomma che abbiamo già in testa, e che vale la pena di utilizzare invece di partir da zero.


E detto questo, non resta che augurare a tutti BUONA FORTUNA!